Ti trovi in: Home
Benvenuto in Triggiano Democratica e Futura
Riprendere le fila della battaglia in favore del Fallacara
Scritto da red.   
Sabato 23 Luglio 2016 17:15
Il 7 settembre il Piano di riordino torna in Commissione Sanità alla Regione.
Ospedale FallacaraNon c’è tempo da perdere. Mentre con la entrata in carica della nuova Giunta comunale e con la convocazione della prima seduta del nuovo Consiglio comunale l’azione amministrativa riparte nella sua normalità, torna sull’agenda del paese il tema della ventilata chiusura e/o ridimensionamento dell’Ospedale Fallacara.
Siamo sicuri che il sindaco Donatelli se ne ricorderà sin dalle dichiarazioni programmatiche che renderà il giorno 28 p.v. ai consiglieri comunali: oltretutto nella maggioranza uscita vincitrice dal confronto elettorale sono ampiamente rappresentate quelle forze che finora si sono battute nel Comitato cittadino spontaneo contro la chiusura del Fallacara.
La notizia è che il prossimo 7 settembre la Commissione Sanità del Consiglio regionale pugliese affronterà il tema del Piano di riordino ospedaliero, iniziando a prendere in esame i vari emendamenti a suo tempo presentati. Fra questi –non dimentichiamolo- ci sarà anche quello specifico a favore del Fallacara, a suo tempo presentato dal gruppo “Noi a Sinistra”.
Naturalmente sotto esame saranno anche gli emendamenti del Governo Emiliano, correttivi, ma non certo in senso migliorativo, della proposta già approvata ma poi bocciata dal Governo centrale.
Senza dubbio il tempo vacanziero non favorisce la mobilitazioni, tant’è che per lunga tradizione le peggiori porcherie vengono adottate nei mesi estivi. Si spera comunque che la Commissione possa prendere tutti i tempi necessari ad un esame approfondito. Ma non bisogna farsi cogliere impreparati e questo riguarda i cittadini, i partiti, i vari movimenti di cittadinanza attiva e le stesse Istituzioni comunali.
 
Convocato per la prima volta il nuovo Consiglio comunale di Triggiano
Scritto da red.   
Sabato 23 Luglio 2016 10:01
Convocato per la prima volta il Consiglio comunale di Triggiano eletto nelle ultime Comunali del 5 giugno scorso.
Il sindaco Antonio Donatelli ha invitato i consiglieri in seduta pubblica ordinaria di prima convocazione per il giorno 28 luglio, alle ore 18.00, con eventuale seconda convocazione per il  giorno 1 agosto, sempre alle ore 18.00, per deliberare sul seguente ordine del giorno:
1) Elezioni Amministrative del 5 giugno 2016. Esame condizione degli eletti. Subentro consiglieri. Convalida. Giuramento del Sindaco (relatore il consigliere anziano Mauro Battista).
2) Elezione del Presidente del Consiglio comunale (relatore il consigliere anziano Mauro Battista).
3) Comunicazione dei componenti della Giunta Comunale (relatore Sindaco).
4) Approvazione delle linee programmatiche del mandato politico amministrativo 2016-2021 (relatore Sindaco).
5) Elezione della Commissione Elettorale Comunale (relatore assessore Melo).
6) Ratifica della delibera di Giunta Comunale n. 52/2016 avente ad oggetto “Variazione urgente del bilancio di previsione n. 2016-2018 per parziale utilizzo della quota vincolata da trasferimenti dell’avanzo di amministrazione 2015 e maggiori previsioni pari importo di entrate e spesa di risorse vincolate (relatore assessore Melo).
7) Approvazione, ai sensi dell’art. 21 del nuovo Codice dei contratti D. Lgs n. 50/2016 (ex art. 128 del D. Lgs n. 163/2006), del Programma triennale delle Opere Pubbliche periodo 2016-2017-2018 e dell’Elenco annuale 2016. Aggiornamento (relatore assessore Affatato).
8) Salvaguardia degli equilibri e assestamento del Bilancio di previsione 2016-2018 (relatore assessore Melo).
9) Presa d’atto pronuncia n. 115/PRSP/2016 della Sezione Regionale di Controllo per la Puglia della Corte dei Conti (relatore assessore Melo).

 
La scatola delle memorie (18) / QUANDO I MAESTRI ERANO UNICI (seconda parte)
Scritto da Vito Perilli   
Venerdì 22 Luglio 2016 10:44

Mauro Battista era un tipo allegro (come suo figlio Pinuccio che ha fatto l’attore di teatro comico) e mi raccontava molte barzellette. Eccone alcune:  1) Sai qual è il colmo per un sindaco? Avere il coso fuori del comune. 2) Sai qual è l’animale che non dorme mai? Il maialetto. 3) Sai che fa Alice con l’accappatoio dopo la doccia? Si acciuga. 4) Un tale si presenta allo sportello dell’ufficio postale con una cima di rapa in mano e grida all’impiegato: Mani in alto, questa è una rapina!
Luigi Tatone era piccolo di statura e molti lo sfottevano. Vincenzo Pagliarulo una sera, entrando nel locale in cui Luigi stava giocando a carte con Sandrino Mariani, Peppino Rubino, Vito Alfarano ed altri  chiese: D’ c’ jè chessa giacchett’? Di chi è questa giacca? E Luigi rispose: Cudd’ jè u cappott’ mì’. Quello è il cappotto mio. (V. foto, Luigi Tatone è il primo a sinistra)  
Nel 1960 i colleghi che giocavano con lui a carte, capeggiati dal dott. Luigi Carbonara, otorinolaringoiatra, gli fecero uno scherzo memorabile raccontato da Paolo De Ruvo nel suo libro Ehi, c  t  crid d iess? (Edizioni Levante Bari 1986).
Stamparono un manifesto mortuario così concepito:
Alle 12 di stamane, serenamente come visse, munito dei conforti religiosi, è tornato alla Casa Celeste,
la nobile anima di
LUIGI TATONE
Duca di Cornovaglia, Padre esemplare, Maestro chiarissimo.
I colleghi tutti ne danno il triste annunzio. Interpreti dei sentimenti di tutti i suoi alunni e loro famiglie si associano al dolore della signora Maria, di Nicoletta sua figlia e del piccolo Antonio.
I funerali avranno luogo alle 22 di domani 15 giugno partendo dal bar Savoia o dalla casa dell’estinto in via Casalino 82.
Si dispensa dalle visite essendo già in decanter o fermenter.
Non fiori, né opere di bene, ma carrube lunghe non meno di 20 centimetri ed appaiate.
Triggiano, 16 giugno 1960
 
Il Ministro Lorenzin ha inaugurato a Triggiano il Brain Fallacara Department
Scritto da Angelo Di Summa (foto di Giuseppe Loiodice)   
Martedì 19 Luglio 2016 13:39
Triggiano sul palcoscenico internazionale con la nuova struttura
di ricerca e cura di Biofordurg di Nico Colabufo.

il taglio del nastro


Si è mossa il Ministo della Salute, Beatrice Lorenzin, ieri pomeriggio per la inaugurazione a Triggiano del Brain Fallacara Department, la struttura d’avanguardia per la ricerca e la cura dell’Alzheimer realizzata da Biofordrug s.r.l., l’innovativa start up a vocazione scientifica e sociale, nata nel 2011 come spin off del Dipartimento di Farmacia-Scienze del Farmaco dell’Università degli Studi di Bari.
La mission di Biofordrug riguarda la diagnostica precoce di malattie neurodegenerative (Alzheimer), oncologiche e del neurosviluppo (autismo), la nutraceutica funzionale alla prevenzione delle malattie neurodegenerative oncologiche e del neurosviluppo, le certificazioni di medical devices, la tracciabilità di prodotti alimentari e le indagini analitico-clinico-medico mediante e-service.
Presidente della Biofordrug è il prof. Nicola Antonio Colabufo, ricercatore triggianese, che in soli cinque anni di attività è riuscito a fare della sua creatura una realtà consolidata in ambito internazionale, riconosciuta dal MIUR come “eccellenza italiana”.
Parlare di triggianesità per Nicola Antonio Colabufo non è solo un riferimento anagrafico: il suo è un radicamento profondo, una scelta di vita tesa a dare valore e valori al suo radicamento nell’anima e nella storia di un luogo. Non è difficile a Triggiano la domenica incontrare uno scienziato come lui, che ha raccolto prestigiosi riconoscimenti in tutto il mondo, impegnato nella Chiesa matrice a dirigere la schola cantorum durante le celebrazioni religiose.
 
IL PD sulla raccolta porta a porta: Di chi il merito del 69 per cento
Scritto da com.   
Lunedì 18 Luglio 2016 23:40
Dal Circolo PD di Triggiano riceviamo.
logo PDNell'anno precedente all’avvio della raccolta porta a porta, Triggiano aveva una produzione di rifiuti differenziati pari al 13,7 per cento (dato complessivo 2012).
Dal 2013, pian piano ha preso vita un progetto difficile e ambizioso, che ha permesso grazie all'impegno dei cittadini, dell'amministrazione e della ditta appaltatrice, di aumentare costantemente la percentuali di differenziata.
E' stato un processo lungo, che ha conosciuto anche disagi e difficoltà, tuttora esistenti, ma che ci ha portato, con un costante trend positivo, ad aumentare le percentuali di differenziata sino ad arrivare al dato del  69 per cento  del giugno scorso.
L’amministrazione comunale uscente, negli anni del suo mandato, ha lavorato intensamente per il raggiungimento di un buon risultato, utilizzando tutti i mezzi a sua disposizione, per arrivare ad ottenere una buona percentuale di “raccolta differenziata”,  con l’obiettivo non solo di elevare il tasso di civiltà della nostra comunità ma anche per ridurre i costi della tassa sui rifiuti.
A nostro avviso, però,  il merito più grande di questo buon risultato è da ascrivere soprattutto ai nostri concittadini, al loro civismo.
 
La scatola delle memorie (17) / QUANDO I MAESTRI ERANO UNICI (prima parte)
Scritto da Vito Perilli   
Lunedì 18 Luglio 2016 10:28
Dopo aver insegnato per due anni in Sardegna, vinsi il concorso magistrale a Bari ed ottenni il trasferimento alla Scuola Elementare S. Giovanni Bosco di Triggiano. Il direttore didattico mi assegnò una classe terza maschile (v. foto).
Allora infatti non esistevano ancora le classi miste che furono introdotte nel 1975.
Il  1° ottobre  1958 presi servizio.
Il  collega con cui strinsi subito amicizia fu Ciccio Di Summa, il padre di Angelo, il  direttore responsabile del nostro caro giornale: una persona saggia, sincera e di poche parole.
Egli mi fece subito una proposta: accettare l’incarico di ufficiale pagatore. Si trattava di recarsi il 27 di ogni mese solo per un anno all’ufficio postale di Triggiano, incassare e pagare gli stipendi dei 48 maestri, senza assicurazione, né scorta. Era un’impresa  rischiosa, che richiedeva molto coraggio e un po’ di spregiudicatezza, ma io non volli tirarmi indietro ed accettai.
Acquistai una borsa di pelle col lucchetto e il giorno prefissato mi recavo all’ufficio postale che era ubicato nel palazzo comunale dove ora si trova l’ufficio anagrafe.
C’era un’uscita segreta su via Settembrini ed io entravo, riempivo la borsa di contanti e alla chetichella, ch’i uecchie ‘nnand’ e i uecchie rèt’, cioè con fare guardingo, imboccavo via Petrarca e quando arrivavo a scuola entravo nella direzione didattica dov’erano i colleghi in attesa, contavo il denaro con calma due volte, facevo firmare la ricevuta e finalmente tornavo a casa felice di aver vinto la paura. Ma non crediate che si trattasse di cifre astronomiche: il mio stipendio, ad esempio, era di appena 70.000 lire pari agli odierni  euro 36,15. Forse non mi crederete come anch’io non ci credevo, ma alla fine i conti tornavano alla perfezione: nessun ammanco, nessun avanzo. E questo si ripetè per un anno intero, dopodiché il quell’incarico fu affidato ad altri.
 
Bariblu evacuata per allarme bomba. Quasi certo un falso allarme
Scritto da red.   
Domenica 17 Luglio 2016 18:06
Il centro commerciale Bariblù di Triggiano nel pomeriggio è stato evacuato per sicurezza perchè una telefonata aveva annunciato la presenza di una bomba. Pronto l'intervento di DIGOS e Carabinieri, che hanno fatto partire i previsti protocolli di emergenza.
Fatta allontanare la gente -si parla di quattro-cinquemila persone-, sono prontamente intervenuti gli artificieri per ispezionare la struttura. Il sindaco Donatelli, appena partito l'allarme, si è attivato mantenendo i contatti con le Autorità preposte alla gestione della emergenza.
Le ultime notizie che affluiscono si aprono a prospettive ottimistiche. L'impressione è che si tratti di un falso allarme, frutto della iniziativa di qualche imbecille, che tutti speriamo venga individuato e punito con la necessaria severità.
Non si sa ancora se il Centro sarà fatto riaprire in serata o meno. Grave comunque il danno economico subito dai commercianti ospitati dalla struttura, stante la giornata festiva: una giornata per la quale era stata prevista una affluenza di oltre trentamila persone.


 
Una Giunta di giovani per tentare il cambiamento
Scritto da a.d.s.   
Sabato 16 Luglio 2016 10:36
La nuova Giunta di TriggianoUna Giunta "fatta in casa" quella del sindaco Antonio Donatelli. A chi ipotizzava la possibilità di un Giunta di emergenza civica, con la presenza, almeno parziale, di tecnici di alto profilo, sia pure per il tempo strettamente necessario a determinare una inversione di tendenza per l'amministrazione di Triggiano, il sindaco ha risposto con una scelta che sembra di piena e incondizionata fiducia verso i giovani che avevano disegnato con lui il progetto amministrativo presentato agli elettori e risultato nettamente vincitore.
Non sappiamo perchè una scelta del genere abbia poi richiesto più di un mese per essere assunta: un tempo che ha fatto sorgere più di un sospetto di "cencellizzazione" delle scelte, tra mediazioni di ambizioni e equilibri fra nomine e subentri in Consiglio comunale: tutti rituali che hanno fatto pensare ai metodi della "vecchia politica". Una diversa lettura potrebbe invece far pensare, da parte del sindaco, ad un rifiuto metodologico di decisionismo per una prassi, finanche esasperata, di coinvolgimento partecipativo alle scelte, anche in ragione di una obbiettiva eterogeneità, "vizio" di origine della sua coalizione civica.
Tuttavia per oggi ci piace pensare che quella di Donatelli sia stata una scelta di coerenza con la campagna elettorale, sia pure con tutti i rischi della inesperienza dei giovani se non giovanissimi assessori. Evidentemente il sindaco ha voluto fare aggio sull'entusiasmo e sulla capacità di impegno (pare che la garanzia da lui chiesta ai "candidati assessori" sia stata proprio una disponibilità a tempo pieno). L'esperienza -avrà ragionato Donatelli- verrà di conseguenza.
 
Nasce la Giunta Donatelli
Scritto da red.   
Venerdì 15 Luglio 2016 21:07
Antonio DonatelliFinalmente la Giunta del sindaco Antonio Donatelli ha visto la luce questa sera. Questa la sua composizione:
Vicesindaco con delega alla Polizia Municipale e Ambiente: Daniele Volpe
Assessore ai Lavori Pubblici: Nicola Affatato
Assessore alle Politiche Sociali e alla Cultura: Anna Maria Campobasso
Assessore al Bilancio, Contenzioso e AA.GG.: Angela Melo
Assessore alle Politiche giovanili, Sport, Marketing territoriale e Legalità: Diego Cassano.
Candidato di maggioranza a Presidente del Consiglio comunale: Rino Milillo.
La nomina ad assessore dei consiglieri comunali Campobasso e Melo, entrambi eletti nella lista "Triggiano cambia", ne determina la incompatibilità come consiglieri comunali. A questo incarico subentrano i primi dei non eletti della stessa lista Marcello Tarulli e Rocco Giannelli.
A Daniele Volpe, eletto nella lista "Obiettivo Comune", subentra invece nel Consiglio comunale Vitogiuseppe Lagioia.
L’assenza di deleghe rilevanti, come il Personale, sempre che il sindaco non voglia riservarle a sé stesso, lascia presagire che potrebbero essere affidate fuori Giunta a consiglieri comunali.
 
Il PD di Triggiano sollecita il sindaco a nominare la Giunta
Scritto da com.   
Mercoledì 13 Luglio 2016 17:08
Dal Circolo di Triggiano del Partito Democratico riceviamo.
logo PDSono ormai trascorsi 40 giorni dal 5 giugno, data in cui Antonio Donatelli ha vinto le elezioni amministrative a Triggiano, ed altri 30 sono passati dal suo insediamento, ma, ad oggi, degli assessori che dovranno affiancarlo nel suo lavoro di Primo cittadino, non vi è ancora alcuna traccia.
Ci chiediamo se e quali impedimenti sta incontrando il Sindaco nella nomina della Giunta, ma soprattutto siamo fortemente preoccupati per il “vuoto amministrativo” di questi giorni, per i danni che sta causando alla nostra comunità e di quelli che questo continuo tergiversare potrebbe ancora produrre.
Crediamo che la storiella dei ritardi della “Commissione” preposta  alla “proclamazione degli eletti”, più volte menzionata dal Sindaco Donatelli come unica motivazione del suo indugiare, sia solo una banale scusa per nascondere le difficoltà che sta incontrando nel comporre il mosaico assessorile.
Con l’unico obiettivo di salvaguardare l’interesse esclusivo della nostra comunità, e senza alcun intento di accendere sterili polemiche, Il Partito Democratico di Triggiano invita il Sindaco Antonio Donatelli a nominare prima possibile il suo Esecutivo.
A 40 giorni dall’esito delle Elezioni amministrative Triggiano ha bisogno di un’Amministrazione che lavori a pieno regime.
Attendiamo fiduciosi.

 
A luglio a Triggiano si avverano i sogni
Scritto da Angelo Di Summa   
Martedì 12 Luglio 2016 11:57
A Triggiano si può sognare. A luglio a Triggiano si avverano i sogni. Due eventi lasciano il loro segno su questo luglio 2016: prima l’inaugurazione di Bimbiland, il primo parco giochi inclusivo della Puglia, poi l’inaugurazione del Brain Fallacara Department, il centro di ricerca sull’Alzheimer espressione della start up Biofordrug s.r.l., costola avanzata dell’Università di Bari.
Si tratta di due realizzazioni completamente diverse fra loro, salvo l’innovatività e, soprattutto, la circostanza di essere l’avveramento di due grandi sogni.
Il primo sogno è stato quello dei ragazzi e delle ragazze dell’associazione L’Altra Via, caparbi nel progettare, raccogliere fondi e costruire, anche con il lavoro delle proprie mani, un parco dove i bambini possano ritrovarsi a giocare insieme –e tutti insieme- al di là di ogni differenza e di ogni handicap. È stato un grande servizio reso alla comunità locale e all’infanzia: un servizio fatto di testimonianza, di valori, ma soprattutto di speranza e di scommessa sul futuro.
Ma è stato anche di più: una prova di quel che si può con la partecipazione e la cittadinanza attiva, elette a valore e metodo politico per il cambiamento. Una “nuova” Triggiano è possibile: una Triggiano che sappia declinare l’alfabeto dei diritti e dei doveri, che voglia contare sulle proprie energie, senza mettersi in coda nelle anticamere dei poteri, che voglia far aggio sulla creatività, ma che sappia anche dare concretezza organizzativa alle idee.
Una Triggiano destinata a confrontarsi con l’altra, nel segno dell’esempio, della civiltà e dell’invocazione del rispetto: quel rispetto che auspichiamo per il Bimbiland. La triste fine del RiciHub ci rimane sullo stomaco come un peso terribile, ma la resa non può essere accettata, soprattutto da parte delle nuove generazioni. Ci contiamo.
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 10 di 394

Login

Inserisci nome utente e password per accedere. Poi click su accesso.

Dopo aver effettuato l'accesso potrai visualizzare | modificare il tuo profilo ed utilizzare tutte le funzionalità del sito riservate agli utenti registrati.

Banner
Promo Banner

Statistiche

Utenti : 630
Contenuti : 5965
Tot. visite contenuti : 5146593

Chi è on Line

Nessun Utente Collegato

Visitatori on Line

 7 visitatori online