Ti trovi in: Home
Benvenuto in Triggiano Democratica e Futura
Il Circolo ACLI di Triggiano rinnova le cariche
Scritto da com.   
Giovedì 29 Settembre 2016 16:24
IL CIRCOLO ACLI “GIOVANNI PAOLO II” DI TRIGGIANO RINNOVA IL DIRETTIVO E SI AGGIUNGONO COORDINAMENTO DONNE E COMITATO TERRITORIALE FAP.
ACLIIl sei settembre u.s., presso la sede del Circolo in Via Virgilio 127, l’Assemblea dei soci del “Giovanni Paolo II” di Triggiano, ha proceduto alla riorganizzazione del Circolo eleggendo il nuovo direttivo.
I lavori dell'Assemblea sono stati presieduti dal responsabile Provinciale dello Sviluppo Associativo delle ACLI, Vincenzo Lippolis, e dal Vice Presidente Vicario, Michele Dicosola.
Le linee programmatiche, emerse durante i lavori assembleari, porteranno il Circolo ad una attiva presenza nel campo del lavoro e del sociale, anche attraverso il quotidiano impegno profuso dai membri del direttivo, dai volontari del CAAF e Patronato, dal Coordinamento Donne costituitosi all’inizio di quest’anno, dal Comitato territoriale della Federazione Anziani Pensionati (FAP), presieduto dal socio Mario Volpe, dai giovani presenti nel Circolo.
L'Azione del Circolo sarà caratterizzata dalla costituzione di un osservatorio sul mondo femminile che tratterà sia le problematiche strettamente legate ai vari aspetti della vita cittadina (lavoro, cultura, sociale, sviluppo, ambiente, famiglia, ecc), sia le questioni di più ampia rilevanza territoriale.
Il nuovo direttivo del Circolo ACLI “Giovanni Paolo II”, nominato all'unanimità dai presenti, è costituito dai seguenti organi istituzionali:
 
Così domani a Triggiano la Giornata Mondiale dell'Alzheimer
Scritto da Nico Colabufo   
Lunedì 26 Settembre 2016 11:39
XXIII Giornata Mondiale dell’Alzheimer presso il Brain Fallacara Department.
BioforfrugCari concittadini
in occasione della XXIII Giornata Mondiale dell’Alzheimer il Brain Fallacara sarà aperto per la sola giornata del 27 settembre e avrà alcuni momenti fondamentali per il futuro che si spera molto prossimo.
Il primo riguarda il rapporto con le scuole da subito con quelle del territorio che hanno aderito all’iniziativa per cui, almeno una o più classi di ogni plesso indigeno sarà presente con docenti e dirigenti di riferimento. Dopo aver illustrato a titolo esemplificativo il test di diagnostica C4D e gli altri test basati su mircoRNA. Questa parte è curata dalla dott.ssa Elena Capparelli (Direttore di Laboratorio) e la sig.ra Margherita Dongiovanni entrambe componenti della Biofordrug Onlus.
Partirà la giornata evento con la presenza di vari relatori Interverranno: il prof Roberto Perrone, Direttore del Dipartimento di Farmacia-Scienze del Farmaco dell’Università di Bari che illustrerà come la ricerca innovativa messa a supporto delle necessità clinico diagnostiche che hanno un impatto sociale scientifico e culturale notevole possa dare un impulso ad un territorio ad una comunità accademica e dialogare, se di qualità, con i migliori players internazionali. Chi vi scrive interverrà sugli intrecci della ricerca barese con importanti centri di ricerca di eccellenza europei.
Il dott Vincenzo Denicolò illustrerà come l’oculistica attraverso l’imaging diagnostico possa dare un notevole contributo in termini di diagnosi precoce supportando le risultanze di altri biomarcatori ematici innovativi. La dott.ssa Katia Pinto dell’Associazione Alzheimer illustrerà gli impatti sociali dell’Alzheimer e le strategie a supporto dei caregivers.
 
Ascesa e decadenza dell'Ospedale Fallacara (parte seconda)
Scritto da Luigi Carbonara   
Venerdì 23 Settembre 2016 17:03
Ospedale FallacaraIl nuovo Consiglio dell'Opera Pia era composto da mons. Mincuzzi (che sarebbe diventato Arcivescovo di Lecce) presidente, l'arciprete Vitangelo Dattoli e il dr. Giovanni Lagioia delegato del Sindaco (quest'ultimo incompatibile per la sua presenza in ospedale). Completate le procedure richieste dal nuovo stato, venne raggiunta una intesa  fra i  rappresentanti dei tre Enti -  questa intesa avrebbe caratterizzato i lavori futuri – nel nominare un Segretario generale nella persona del dr. Salvatore Salvemini ed un Direttore sanitario, il dr. Ettore Avolio.      
L'amministrazione, completata  da queste ultime figure procedette alla ricostruzione della carriera a alcuni primari: il prof Andrea Buonsamte (Chirurgia generale), il dr. Franceso Trulli cui successe il prof. Michele Campobasso (Ostetricia), il dr. Cesare Rubino (Pronto soccorso), il dr. Giovanni Campanile (Anestesia). Per quanto concerneva il reparto Otorino, poiché il prof. Vincenzo Roberto era già primario all'ospedale di Andria ed io ancora legato all'Istituto  Otorino universitario, fu necessario espletare un concorso pubblico nazionale, dal quale risultò vincitore il sottoscritto.  
Nello tempo stesso si prendeva la decisione  della istituzione di nuovi reparti: Ortopedia (prof. Giuseppe Scupola); Oculistica (prof. Carlo Pannarale); Pediatria (prof. Giuseppe Mininni); mentre al Laboratorio analisi era confermato il dr. Giuseppe Tomasicchio e alla Radiologia il prof. Giuseppe Grimaldi. La Medicina interna venne affidata al  prof. Domenico Angarano, trasferitosi dall'Ospedale di Conversano. Seguì l'assunzione  di amministrativi, medici , infermieri secondo i parametri, in verità piuttosto generosi, stabiliti dal Ministero della Sanità con la riforma ospedaliera del socialista Mariotti. Si ritenne inoltre opportuno dotare la struttura di alcune figure artigianali (elettricisti, idraulici, magazzinieri, portieri ecc.) per assicurare una manutenzione autonoma  al nosocomio.
Non v'é dubbio che questi provvedimenti di nuova occupazione contribuirono a lenire e controbilanciare, in parte,  la crisi provocata dallo smantellamento della Superga.
 
Dirigente Ufficio Tecnico e Centro Raccolta: partono i lavori di restauro amministrativo
Scritto da a.d.s.   
Giovedì 22 Settembre 2016 10:01
I nostri lettori più attenti ricorderanno tutte le riserve da noi manifestate su due iniziative che segnarono la fase finale della scorsa Amministrazione comunale, quei famosi ultimi mesi dell’Amministrazione Denicolò che lo stesso PD avrebbe fatto molto meglio a risparmiarsi, salvando oltretutto la dignità politica nell’evitare di fare il fratello povero alla mercè degli ex schittulliani.
Al di là di queste pochezze politiche, ampiamente punite dall’elettorato, ricordiamo quante pagine noi per primi abbiamo scritto su due argomenti: il bando in extremis (e perciò già per questo sospetto) del concorso per dirigente del Settore Tecnico –un bando accompagnato da proteste e ricorsi e adottato a modifica in senso restrittivo del Regolamento comunale per gli impieghi- e la folle realizzazione a Casalino a ridosso delle abitazioni del Centro di Raccolta Rifiuti della ditta Lombardi.
Bene, oggi registriamo positivamente l’impegno della nuova Amministrazione guidata dal sindaco Donatelli, che, dopo aver cambiato il segretario comunale, ha deciso di cominciare a metter mano ai lavori di restauro amministrativo, con una netta inversione di rotta anche rispetto a quelle due questioni.
È infatti di due giorni fa -20 settembre- la delibera n. 70 con cui la Giunta Comunale ha revocato il precedente atto giuntale n. 1 del 2016, che appunto modificava il Regolamento dell’accesso, dando, per l’effetto, mandato al dirigente del Settore Affari Generali “di procedere all’adozione degli atti esecutivi del presente deliberato, ivi compresa la revoca in autotutela del bando di concorso per la copertura a tempo pieno e indeterminato di n. 1 posto di Dirigente del Settore Assetto del territorio e di tutti gli atti conseguenti, nonché di disporre la restituzione della somma versata a titolo di tassa di concorso ai candidati che hanno inviato la domanda di partecipazione”.
 
Ascesa e decadenza dell'Ospedale Fallacara (parte prima)
Scritto da Luigi Carbonara   
Martedì 20 Settembre 2016 22:23
Ospedale FallacaraAbbiamo chiesto al prof. Luigi Carbonara, già sindaco di Triggiano e per decenni primario di Otorinolaringoiatria dell'Ospedale Fallacara, il racconto, dall'interno della sua esperienza, delle vicende del nostro nosocomio cittadino. Lo affidiamo ai nostri lettori come testimonianza viva da consegnare alla memoria della collettività triggianese e non solo.

Quando due amici ti rivolgono l'invito a riferire ancora sul passato del nostro Ospedale, aderirvi diventa possibile; quando poi essi rispondono ai nomi di Angelo Di Summa e Nico Colabufo, ai quali va riconosciuto il merito di aver risollevato, con qualche altro cittadino – vedi  Fernando Cagnazzo con “la Voce” -  la cittadinanza dal torpore culturale che la deprimeva, aderirvi è quasi un obbligo.
Ma c'é un'altra ragione che mi spinge a farlo: quanti cittadini, anche fra quelli che dimostrano su questo giornale interesse ed apprensione per le sorti del Fallacara, conoscono le vicende ed i personaggi che resero possibile il suo passato glorioso?
La trasformazione del Fallacara da Ente privato (a gestione Onarmo) a quello di Ente pubblico avvenne attraverso vicende e condizioni verificatesi all'interno e al di fuori dello stesso ospedale. All'interno, un malcontento serpeggiava  nel personale sanitario per via del trattamento economico. Questo avveniva in base ai proventi dei privati che non disponevano di assistenza mutualistica ed ai proventi che l'INAM corrispondeva per ogni assistito e variabile in rapporto al tipo di prestazioni fornite. Ma il malcontento riguardava, soprattutto, l'incerta posizione contributiva ai fini pensionistici del personale medico: infatti quando si trattò di procedere alla ricostruzione di carriera, per alcuni colleghi, la CPDEL (Cassa Pensioni Dipendenti Enti Locali) dichiarò l'impossibilità a farla per la mancanza dei presupposti necessari.
Per quanto invece concerneva la situazione esistente all'esterno dell'ospedale, cominciava a farsi sentire la crisi alla Superga, ove la riduzione della produzione, attribuita dai dirigenti all'alto tasso di assenteismo, già determinava qualche spiacevole licenziamento.
 
Martedì 27 a Triggiano per la XXIII Giornata Mondiale Alzheimer
Scritto da com.   
Lunedì 19 Settembre 2016 13:10

Prima che non ricordi

 
Giovedì 22 la surroga del consigliere dimissionario Perrelli
Scritto da red.   
Sabato 17 Settembre 2016 09:42
Il presidente del Consiglio comunale di Triggiano, Rino Milillo, ha convocato per giovedì 22 settembre, alle ore 18.30, la seduta del Consiglio stesso per deliberare la surroga del dimissionario consigliere Vito Perrelli con il primo dei non eletti nella lista “Sud al Centro”.
Per l’effetto si provvederà anche alla parziale modifica della composizione delle Commissioni consiliari. Relatore sarà lo stesso presidente Milillo.
Si tratta di seduta pubblica, straordinaria e di prima convocazione.

 
Elenco consiglieri e sito istituzionale
Scritto da red.   
Sabato 17 Settembre 2016 09:28
In data 6 settembre pubblicavamo una lettera di Vito Perilli, che lamentava la irreperibilità sul sito ufficiale del Comune di Triggiano dell’elenco dei nuovi consiglieri comunali. Alla lettera, in data 10 settembre, rispondeva con una precisazione il responsabile dell’URP del Comune, Michele Dicosola. Al Dicosola replica oggi, a chiusura della vicenda, Vito Perilli.
A margine della stessa vicenda e sempre sul tema del sito istituzionale aggiungiamo il messaggio pervenutoci a un lettore.
Caro  amico Michele, la tua precisazione ed il tuo suggerimento di utilizzare quel  link per conoscere l’elenco dei Consiglieri Comunali eletti il 5 Giugno 2016 mi hanno fatto un grande piacere, poiché hanno soddisfatto la mia legittima aspettativa  condivisa, penso, da tanti altri concittadini. Scusami se ho sbagliato. Però, te lo dico col cuore in mano, non sono un “esperto”, come tu mi definisci, bensì sono semplicemente un “dilettante autodidatta”.
Devo farti osservare, comunque, che il 3 settembre scorso, quando ho inviato l’articolo al dott. Angelo Di Summa, il sito ufficiale del Comune di Triggiano mi presentava l’elenco del Consiglio Comunale dell’Amministrazione Denicolò, corredata dai dati anagrafici, dai titoli di studio e dalla attività svolta da ciascun componente, cose che mancano nell’elenco nei nuovi Consiglieri.
Consideriamo chiuso questo “qui pro quo” che riguarda le formalità e pensiamo alla sostanza del problema: la nuova Amministrazione dovrà affrontare annosi e grossi problemi finanziari senza poter usufruire del gettito importante dell’IMU sulla prima casa: un grande successo per il Governo Renzi che mette in crisi le Amministrazioni Comunali. Colgo l’occasione per augurare un grande “in bocca al lupo” al nuovo Sindaco Antonio Donatelli, alla nuova Giunta ed al nuovo Consiglio Comunale.
Vito Perilli

Attendo, secondo il Decreto Legislativo 14 marzo 2013, dichiarazione dei redditi e curriculum di ogni singolo rappresentante politico eletto.
Carlo Gaddoni

 
Amministrazione comunale. Nominati i presidenti delle Commissioni
Scritto da red.   
Lunedì 12 Settembre 2016 17:01
Nominati i presidenti di tre delle Commissioni permanenti del Consiglio comunale di Triggiano. Sono Francesco Saverio Triggiani (Commissione Attività Economiche), Giuseppe Schino (Opere Pubbliche e Urbanistica) e Fabio Ferrara (Commissione Finanze). Manca ancora all’appello la Commissione Pubblica Istruzione, la cui seduta è stata aggiornata per l’assenza, dovuta a ragioni familiari, del consigliere Mauro Battista e che procederà alla nomina del presidente martedì 20 settembre.
I tre presidenti, a cui va l’augurio di buon lavoro, sono espressione della maggioranza. Le minoranze hanno votato scheda bianca.
Ecco comunque la composizione delle Commissioni.
1^ Commissione – Attività Economiche (Lavoro, Agricoltura, Artigianato, Industria, Cooperazione, Associazionismo, Prezzi, Approvvigionamento, Assistenza):
Francesco Saverio Triggiani, Marcello Tarulli, Giuseppe Schino, Fabio Ferrara, Michele Cascarano, Angela Napoletano, Dario Antonio Calò.
2^ Commissione – Pubblica Istruzione (Pubblica istruzione, Cultura, Personale, Igiene e Sanità, Turismo, Enti Pubblici, Sport, Spettacolo, Problemi della gioventù):
Raffaella Palella, Francesco Saverio Triggiani, Mauro Battista, Pasquale Vito Claudio Neglia, Adolfo Schiraldi, Dario Antonio Calò, Domenico Marco Madio.
3^ Commissione – Opere Pubbliche (Opere Pubbliche, Edilizia abitativa privata sovvenzionata ed economica, riassetto del territorio ed urbanistica, beni culturali):
Vitogiuseppe Lagioia, Giuseppe Schino, Marcello Tarulli, Rocco Paolo Giannelli, Pasquale Vito Claudio Neglia, Domenico Marco Madio, Vito Perrelli (dimissionario, da sostituire).
4^ Commissione – Finanze (Finanze, Bilancio, Contratti, Appalti):
Vitogiuseppe Lagioia, Giuseppe Schino, Fabio Ferrara, Mauro Battista, Rocco Paolo Giannelli, Michele Cascarano, Angela Napoletano.

 
Dimissioni Vito Perrelli. Un comunicato di Sud al Centro
Scritto da com.   
Lunedì 12 Settembre 2016 15:53
In merito alle dimissioni del consigliere comunale Vito Perrelli, di cui abbiamo dato notizia, riceviamo e pubblichiamo il seguente comunicato del movimento"Sud al Centro".
Nuovo scenario all’interno dell’assise comunale di Triggiano. Dopo dieci anni di intensa attività politica e amministrativa in seno al consiglio comunale di Triggiano, con grande commozione si dimette Vito Perrelli, figura cardine all’interno del movimento Sud al Centro e, da sempre, attivamente presente sul territorio. Al posto di Vito Perrelli subentra nel consiglio comunale di Triggiano, Antonio Fortunato.
“Seppur con dispiacere ed un certo velo di nostalgia - dichiara Vito Perrelli – per le tante battaglie portate avanti per il mio paese, per l’impegno e la passione profusi in questi anni per dare risposte concrete  alle esigenze e alle aspettative non solo dei miei elettori, ma di tutti i cittadini di Triggiano, sento il dovere di cedere il posto in Consiglio ad Antonio Fortunato, che sono certo saprà adoperarsi per il nostro Comune con altrettanta passione e impegno”.
“Raccolgo con onore l’eredità dell’esperienza politica del consigliere Perrelli – dichiara Antonio Fortunato – e posso dire che finalmente coglierò l’occasione che mi è concessa per lavorare e mettermi al servizio dell’intera comunità triggianese. Sono fiero di appartenere ad un gruppo coeso come Sud al Centro e sarò fiero di esserne il rappresentante per l’intera legislatura: di certo non mi esimerò dall’essere portavoce di tutti i componenti del movimento. Ovviamente, rivolgo il mio sentito grazie all’amico Perrelli”.
 
Vito Perrelli (Sud al Centro) si è dimesso da consigliere comunale di Triggiano
Scritto da red.   
Lunedì 12 Settembre 2016 15:39
Vito PerrelliGli subentra Antonio Fortunato.
Vito Perrelli, avvocato, esponente di spicco del movimento Sud al Centro, già assessore provinciale alla Provincia come componente della Giunta Schittulli, si è dimesso dal Consiglio comunale di Triggiano.
La volontà di dimettersi è stata resa nota dall’interessato con una lettera al Presidente del Consiglio comunale, al Sindaco e a tutti i consiglieri comunali, pervenuta questa mattina.
Tale volontà, –scrive Perrelli- di cui ho fato partecipe il mio Movimento ‘Sud al Centro’, nelle persone del Presidente –e leader- Anita Maurodinoia e del Segretario Cittadino, Antonio Fortunato, scaturisce dalla concezione che ho della politica e a cui ho ispirato il mio impegno in questi dieci anni di attività politico/amministrativa all’interno del Consiglio Comunale di Triggiano, nell’esclusivo interesse ella Comunità Triggianese, dei suoi cittadini e dei miei elettori.
La politica, per me, è ed è stata servizio ovvero mettere a disposizione del territorio non solo il proprio tempo ma anche le proprie energie, competenze e conoscenze: tutto ciò per consentire alla propria comunità cittadina l’evoluzione, la crescita necessaria –ed opportuna- che dovrebbe costituire il fine ultimo del servizio e, quindi, della politica, a prescindere dalla condizione di appartenenza alla maggioranza o alla minoranza.
Ritengo, in tal senso, quindi, di aver dato il mio contributo in questi anni, ancorché dai banchi della minoranza: mai preconcetto, spesso propositivo, sempre attento, vigile, nel solco dei principi di legalità e di trasparenza la cui affermazione ispira il mio fare politica.
La mia decisione, ha il senso di rendere ancora più incisivo tale
modus operandi, atteso che chi subentrerà ha le giuste motivazioni, spessore e competenze, per fornire il proprio contributo nel segno della continuità, implementandolo con energie maggiori, anche per garantire che l’attività del Consiglio Comunale resti ancorata al rispetto dei principi anzi evidenziati, pur nei ruoli ricoperti.
Posto ciò, nel prendere commiato, formulo, a tutti l’AUGURIO di buon e, soprattutto, proficuo lavoro a tutela e negli interessi di noi tutti cittadini
”.
A Vito Perrelli subentra Antonio Fortunato.

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 388

Login

Inserisci nome utente e password per accedere. Poi click su accesso.

Dopo aver effettuato l'accesso potrai visualizzare | modificare il tuo profilo ed utilizzare tutte le funzionalità del sito riservate agli utenti registrati.

Banner
Promo Banner

Statistiche

Utenti : 614
Contenuti : 5901
Tot. visite contenuti : 4403894

Chi è on Line

Nessun Utente Collegato

Visitatori on Line

 33 visitatori online